La “vecchia” stazione ferroviaria

Progettata dall’arch. Marcello Piacentini nel 1923 e localizzata in Piazza della Stazione Vecchia (oggi parcheggio adiacente al luna park). Dal portico di ingresso si accedeva all’atrio. Di fronte era collocata la biglietteria e sulla sinistra si entrava nel ristorante destinato al ristoro dei passeggeri. Al piano superiore si trovavano gli alloggi del personale. A destra dell’atrio si apriva un grande locale adibito ad ufficio postale e telefonico, seguito da un corridoio che portava al settore per il deposito e ritiro dei bagagli.
Il servizio pubblico della ferrovia iniziò l’11 agosto del 1924 e l’orario prevedeva 10 corse di andata e ritorno.
Il viaggio dalla stazione di Porta San Paolo si effettuava in cinquanta minuti e il biglietto di andata e di ritorno costava 6,80 Lire.
Nel 1941 lo sviluppo della linea ferroviaria Roma-Ostia era di km 24,745.
L’impianto planimetrico della Stazione di Ostia era identico a quello di San Paolo (progettate entrambe dall’arch. Piacentini). Le facciate e le decorazioni interne presentavano alcune differenze.
La Stazione venne distrutta dalle truppe tedesche nel 1943.

2 risposte a “La “vecchia” stazione ferroviaria”

  1. Era veramente bella! Considerando l’area che attualmente è occupata dal luna park, c’è da dire che questa distruzione è stato un vero delitto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *