La nevicata del ’56 a Ostia

Nel febbraio del ’56 un’ondata eccezionale di freddo investì  buona parte dell’Europa e dell’Italia, coprendola di neve e gelo con un’intensità tale da essere definita la “nevicata del secolo”.

Costituì infatti l’evento nevoso più marcato e pesante dai tempi dell’inverno 1929 per tutta la penisola, ed i successivi fenomeni del gennaio 1985 e 1986, non meno rilevanti, non ne eguagliarono comunque l’estensione temporale e geografica.

Enrico Butini in Via Angelo Celli, di fronte alla caserma dei Vigili del Fuoco, nel febbraio del 1956. L’edificio in primo piano, della fotografia d’epoca, è stato demolito e sostituito da quello visibile nell’immagine attuale, mentre l’edificio sullo sfondo, con affaccio anche su Piazza Giuliano della Rovere, è tutt’ora esistente. (Si ringrazia Priscilla Butini per la gentile concessione).

I primi fiocchi di neve, sulle regioni centrali e a bassa quota, caddero il 2 febbraio e le nevicate si succedettero a più riprese per tutto il mese. All’inizio di marzo si ebbe una temporanea interruzione, ma verso il 10 del mese si ebbe una ripresa che durò per quasi una settimana.

Enrico Butini con un amico realizza un pupazzo di neve di fronte allo Stabilimento Elmi sul Lungomare Paolo Toscanelli. (Si ringrazia Priscilla Butini per la gentile concessione).

A Ostia la neve cadde il giorno 2 febbraio e, soprattutto, il  9, quando il suolo fu coperto da uno strato di circa 10 cm. Il giorno 11 ci fu una nuova ed abbondante nevicata che, in città, portò lo strato nevoso a circa 20 cm.

Enrico Butini nei giardini della Chiesa di Regina Pacis. (Si ringrazia Priscilla Butini per la gentile concessione).

Sono state oltre mille le persone ricorse alle cure ospedaliere per lesioni e fratture dovute alle cadute. Molte automobili rimasero bloccate in varie strade della città.

4 risposte a “La nevicata del ’56 a Ostia”

  1. Io abitavo in via Dante Vaglieri e proprio il 2 Febraio e nato mio fratello Fabrizio,mi ricordo come oggi il freddo ,mia madre stendeva i panni in finestra ad asciugare e quelli si congelavano i pantaloni rimanevavo in piedi da soli, avevo 10 anni e andavo alla Garrone ma al distaccamento delle suore vicino il campo sportivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *