Le strade di Ostia diventano circuito

Che le strade di Ostia fossero state trasformate in un circuito di  gara automobilistica è cosa ormai conosciuta.

L’11 Giugno del 1939 si disputò il 1° Circuito dell’Impero valido per la classifica del campionato italiano di vetture sport.

La manifestazione, organizzata dalla sede provinciale del R.A.C.I. di Roma, prevedeva due gare: la prima per auto di cilindrata da 750 a 1100 su dieci giri del circuito per un totale di 101 km,  e la seconda per vetture di cilindrata da 1100 a 1500 e da 1500 a 3000, su 22 giri per un totale di 222 km.

Le prove furono svolte, a circuito chiuso, nelle giornate di venerdì 9 e sabato 10 Giugno.

La partenza del 1° Circuito dell’Impero in Piazzale Magellano. Sullo sfondo si riconosce la palazzina di tipo B di Adalberto Libera e il villino che oggi ospita l’Hotel Bellavista. (L’immagine è navigabile, clicca per ingrandire e vedere i dettagli)

Una tribuna di fronte alla partenza e arrivo della gara, realizzata per l’occasione sul Lungomare Duilio, davanti a Piazzale Magellano, lato spiaggia, ospitò oltre 6000 tifosi. Mentre migliaia di curiosi affollarono i prati di Ostia lungo la pista.

Il circuito pubblicato nella Gazzetta della Sport nel Giugno del 1939.

Il tracciato, di circa 10 km, passava sul Lungomare Cristoforo Colombo (oggi Paolo Toscanelli) fino all’Idroscalo dove era prevista una rotatoria per l’inversione di marcia. Il circuito proseguiva sul Lungomare per poi entrare a Ostia all’altezza di Viale delle Repubbliche Marinare, e dopo aver percorso Corso Duca di Genova  si ricollegava al mare passando per Via Giuliano da Sangallo. La gara terminava in Piazzale Magellano.

La competizione fu vinta dall’Alfa Romeo,  guidata dal pilota Carlo Maria Pintacuda della Squadra Alfa Corse. La scuderia fu diretta, fino al 1939, da Enzo Ferrari.

 

I simboli della tua città
Ostia Love ®
Indossa la tua città!
*** EDIZIONE LIMITATA***

Per acquistare clicca qui: https://www.teezily.com/stores/ostialove

2 risposte a “Le strade di Ostia diventano circuito”

  1. Che bello vedere come era ostia in quegli anni
    Ti da un po’ di speranza ti fa pensare che volendo potrebbe essere una bomboniera
    Così la descrisse mio padre vedendola la prima volta inizio anni 50
    Veniva dal sud e se ne innamorò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *